Il male minore - Eyal Weizman

Il male minore

Il male minore

Cosa nasconde, nell’uso politico contemporaneo, il concetto di “male minore”? Può la cultura del male minore giungere a una giustificazione della violenza e contribuire alla sua proliferazione? Con quale capacità di cura e moderazione le nuove tecniche militari e il diritto internazionale riducono la sofferenza della guerra e della distruzione? Attraverso una riflessione che prende le mosse da Hannah Arendt e Michel Foucault, l’autore mette in luce l’evoluzione del concetto di male minore, mostrando come in un pensiero politico fondato su una forma di calcolo etico, l’esercizio della violenza e la perpetrazione delle ingiustizie siano state accettate come uniche scelte possibili. Weizman esamina tali questioni nei due saggi che compongono questo libro e suggerisce la possibilità che il male minore costituisca il nuovo nome della nostra barbarie.

Info

TitoloIl male minore
AutoreEyal Weizman
Casa editriceNottetempo
LinguaItaliano
EAN9788874522071
ISBN887452207X
7 €
Le scorte di questo libro sono esaurite. Prova a contattarci!

Questo sito usa solo cookies indispensabili al suo funzionamento. Nessuna informazione sarà condivisa con terze parti. ;)

Vai al carrello