I fannulloni nella valle fertile - Albert Cossery

I fannulloni nella valle fertile

I fannulloni nella valle fertile

Un paradossale apologo sul "non fare nulla" come regola di vita, sul suo valore filosofico e politico.

«Vuoi lavorare! Perché? Cos'è che non ti piace in questa casa? Figlio ingrato! Ti ho nutrito e vestito per anni ed ecco il ringraziamento!»

Una famiglia tutta maschile vive in una decadente casa alla periferia del Cairo. Un padre vedovo, tre figli, uno zio, più una cameriera che ha l'obbligo di restare in cucina per non disturbare il riposo degli uomini. Sono sette anni che Galal, il primogenito, non si è mosso dal suo letto e Rafik, il secondogenito, ha rinunciato a sposare la donna che amava per paura che potesse turbare il suo sonno. Ma un brutto giorno il figlio più piccolo annuncia la follia di voler andare a cercare lavoro in città. La famiglia si coalizzerà per stroncare le velleità lavorative del ragazzo... Pubblicato nel 1948, questo romanzo è un paradossale apologo sul "non fare nulla" come regola di vita, sul suo valore filosofico e politico. L'autore è stato un grande scrittore egiziano (ma parigino d'adozione) che solo da pochi anni è stato riscoperto ed è entrato a pieno merito, per il suo stile e la sua ironia, fra i classici del Novecento.

Info

TitoloI fannulloni nella valle fertile
AutoreAlbert Cossery
Casa editriceEinaudi
LinguaItaliano
EAN9788806229436
ISBN8806229435
18,5 €
Le scorte di questo libro sono esaurite. Prova a contattarci!

Questo sito usa solo cookies indispensabili al suo funzionamento. Nessuna informazione sarà condivisa con terze parti. ;)

Vai al carrello