Indietro
Afropei. Viaggio nel cuore dell'Europa nera
  • Clicca per ingrandire
Afropei. Viaggio nel cuore dell'Europa nera
€24.00

Viaggio nel cuore dell'Europa nera

«Un’Europa popolata di nomadi egiziani, ristoratori sudanesi, musulmani svedesi, attivisti afrofrancesi e pittori belga-congolesi… Sì, anche questo fa parte dell’Europa e va capito e accolto se vogliamo creare una società pienamente funzionante. Ma anche gli europei neri devono capire l’Europa, e rivendicare un ruolo attivo nella società. E così, con la mia pelle scura e il passaporto britannico, in una fredda mattina di ottobre, sono partito in cerca degli afropei». Seguendo la definizione coniata da David Byrne, l'artista e scrittore Johny Pitts segue le tracce degli europei di origine africana: un mondo meticcio che vive Sud del mondo e Occidente senza sentirsi misto, «mezzo questo e mezzo quello».

Johny Pitts, l’autore, è un giovane artista e scrittore nato a Sheffield, nell’Inghilterra del Nord, da padre afroamericano di Brooklin e madre bianca inglese. Come molti altri neri delle seconde o terze generazioni europee, Pitts non accetta di dover scegliere fra l’appartenenza alla “comunità nera” e quella alla cultura europea: si sente europeo e nero. Comincia così un’indagine sulla propria identità, e su quella realtà che, usando un termine coniato da David Byrne dei Talking Heads, è il mondo degli afropei, gli europei di origine africana. Quello afropeo è il continente sommerso dell’Europa contemporanea: è una realtà da 30 milioni di persone, circa il 10% dell’intera popolazione, alla ricerca della propria identità, così come nel secolo scorso il mondo afroamericano. Una realtà composita e vastissima, una moltitudine che reclama il diritto di non sentirsi straniera nella propria patria. Pitts decide di partire in un viaggio di conoscenza di questo mondo “nascosto sotto gli occhi di tutti”, e attraversa l’intera Europa, in cinque mesi di viaggio a proprie spese e a bassissimo budget; visita così molte delle principali capitali: Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Berlino, Stoccolma, Mosca, Marsiglia e Lisbona. In ciascuna di queste città entra in contatto con la comunità nera e con i nuovi ghetti, ne osserva le caratteristiche, ne descrive l’esclusione, ne tratteggia le abitudini e l’umanità; ascolta, discute, fotografa, scrive, stringe amicizie. Afropei è il risultato di questa nuova Odissea: un libro brillante e umanissimo, destinato a fare discutere per la sua straordinaria capacità di scardinare alla base l’equazione “nero uguale straniero” che da anni inquina il dibattito politico e culturale del nostro continente.

Afropei. Viaggio nel cuore dell'Europa nera
€24.00

Viaggio nel cuore dell'Europa nera

«Un’Europa popolata di nomadi egiziani, ristoratori sudanesi, musulmani svedesi, attivisti afrofrancesi e pittori belga-congolesi… Sì, anche questo fa parte dell’Europa e va capito e accolto se vogliamo creare una società pienamente funzionante. Ma anche gli europei neri devono capire l’Europa, e rivendicare un ruolo attivo nella società. E così, con la mia pelle scura e il passaporto britannico, in una fredda mattina di ottobre, sono partito in cerca degli afropei». Seguendo la definizione coniata da David Byrne, l'artista e scrittore Johny Pitts segue le tracce degli europei di origine africana: un mondo meticcio che vive Sud del mondo e Occidente senza sentirsi misto, «mezzo questo e mezzo quello».

Johny Pitts, l’autore, è un giovane artista e scrittore nato a Sheffield, nell’Inghilterra del Nord, da padre afroamericano di Brooklin e madre bianca inglese. Come molti altri neri delle seconde o terze generazioni europee, Pitts non accetta di dover scegliere fra l’appartenenza alla “comunità nera” e quella alla cultura europea: si sente europeo e nero. Comincia così un’indagine sulla propria identità, e su quella realtà che, usando un termine coniato da David Byrne dei Talking Heads, è il mondo degli afropei, gli europei di origine africana. Quello afropeo è il continente sommerso dell’Europa contemporanea: è una realtà da 30 milioni di persone, circa il 10% dell’intera popolazione, alla ricerca della propria identità, così come nel secolo scorso il mondo afroamericano. Una realtà composita e vastissima, una moltitudine che reclama il diritto di non sentirsi straniera nella propria patria. Pitts decide di partire in un viaggio di conoscenza di questo mondo “nascosto sotto gli occhi di tutti”, e attraversa l’intera Europa, in cinque mesi di viaggio a proprie spese e a bassissimo budget; visita così molte delle principali capitali: Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Berlino, Stoccolma, Mosca, Marsiglia e Lisbona. In ciascuna di queste città entra in contatto con la comunità nera e con i nuovi ghetti, ne osserva le caratteristiche, ne descrive l’esclusione, ne tratteggia le abitudini e l’umanità; ascolta, discute, fotografa, scrive, stringe amicizie. Afropei è il risultato di questa nuova Odissea: un libro brillante e umanissimo, destinato a fare discutere per la sua straordinaria capacità di scardinare alla base l’equazione “nero uguale straniero” che da anni inquina il dibattito politico e culturale del nostro continente.


Specifiche
TitoloAfropei. Viaggio nel cuore dell'Europa nera
AutoreJohny Pitts
EditoreEDT
LinguaItaliano
Codice EAN9788859273356
CondizioniNuovo

Recensioni Utenti

Questo prodotto non è stato ancora recensito.

Scrivi una recensione

Scrivi recensione

Inserisci un indirizzo email valido.
Questo campo è richiesto.
Inizio

Powered by TamuLibri!

Mailing List

Inserisci la tua email per ricevere la nostra newsletter
Inserisci un indirizzo email valido.
Email già iscritta. Continue if you wish to unsubscribe.
Iscriviti
Cancellati

Powered by TamuLibri!

Seguici